pp plionello bordoPiero Lionello è professore di I fascia di Meteorologia e Oceanografia Fisica (GEO12) presso l'università del Salento, coordina il Network MedCLIVAR (Mediterranean CLImate Variability, inserito in CLIVAR-WCRP e finanziato dall'European Science Foundation), è Membro del Scientific Advisory Council dell'ECMWF (European Center for Medium Range Weather Forecasts) e coordinatore del Dottorato in 'Ecologia e Cambiamenti Climatici' dell'Università del Salento.

Ha ottenuto la laurea in fisica Magna cum laude nel 1984. Dal 1987 al 1999 ha lavorato presso ISDGM(I), MIT(USA), MPI für Meteorologie(D), ECMWF(UK), KNMI(NL), istituzioni Italiane e come ricercatore al dipartimento di Fisica dell'Università di Padova (1992-1999). Successivamente ha preso servizio come professore di II fascia presso l’Università del Salento nel 1999, dove nel 2016 ha conseguito il titolo di professore di I fascia.

La sua ricerca si focalizza sul clima della regione mediterranea. Su tale tema ha curato tre testi internazionali, numerose edizioni dedicate di riviste scientifiche internazionali, numerose conferenze e incontri. I risultati delle sue ricerche sono documentati in quasi 100 lavori elencati negli archivi bibliografici internazionali. Piero Lionello ha contributo come responsabile scientifico a numerosi progetti internazionali: ECAWOM (European Coupled Atmosphere Wave Ocean Model, EU-MAST program), STOWASUS02100 (STOrms, Waves, Surges Scenarios for 2100, Environment and Climate EU Program), CIRCE (Climate Change and Impact Research: the Mediterranean Environment, EUFP6), Wassermed (Water Availability and Security in Southern EuRope and the Mediterranean, EU-FP7), RISES-AM (Responses to coastal climate change: Innovative Strategies for high End Scenarios – Adaptation and Mitigation, EU-fp7, attualmente in corso). Ha contribuito a numerosi progetti Italiani, 3 volte come coordinatore. lnoltre ha contributo a iniziative internazionali quali WAM (WAve Model) , IMILAST (Intercomparison of Mid Latitude Storm Diagnostics) e COWCLIP (Coordinated Ocean Wave Climate Project), quest'ultimi attualmente in corso.

A partire dal 2003 ha promosso e coordinato il Network Scientifico MedCLIVAR (Mediterranean Climate Variability). Nel 2006 è stato eletto presidente dello steering Commitee, incarico mantenuto per tutta la durata del finanziamento del progetto da parte dell'ESF (European Science Foundation, 2006-2011) e confermato per le attività di networking continuate successivamente che hanno portato a quattro conferenze internazionali (Lecce 2011, Madrid 2012, Ankara 2014, Atene 2016) di cui ha presieduto il comitato scientifico. Inoltre è stato eletto presidente dell' International Scientific Steering Committee del progetto HyMeX (Hydrological cycle in the Mediterranean eXperiment) per due mandati (2008-2012), ed è stato coordinatore della linea di ricerca 'eventi estremi' del programma CIRCE EU-FP6. Nel 2009 è stato nominato membro dello Scientific Advisory Committee dell'ECMWF (European Centre for Medium-Range Weather Forecatsts), incarico confermato per un secondo mandato nel 2013. A livello nazionale è stato membro del pannello di esperti del CORILA per lo studio degli effetti dei cambiamenti climatici sull'ambiente lagunare e consigliere nel CdA della Fondazione Centro EuroMediterraneo sui Cambiamenti Climatici dal 2010 al 2016. Attualmente è membro del consiglio direttivo del CINFAI (Consorzio Inter-Universitario Nazionale per lo studio di Atmosfera e Idrosfera).